Numero Catalogo: R18/00000003
Descrizione bene: Costa Viola
CD - CODICI
 TSK   Tipo scheda   AC 
 SET   Settore disciplinare   Beni architettonici e paesaggistici 
 LIR   Livello di ricerca   I 
 NCT   Codice univoco    
 NCTR   Codice regione   R18 
 NCTN   Numero catalogo   00000003 
 ESC   Ente schedatore   S218 
 ECP   Ente competente   R18 

OG - BENE CULTURALE
 OGT   Definizione bene    
 OGTD   Definizione   Ambito di contesto 
 OGD   Denominazione    
 OGDT   Tipo   Attuale di uso corrente 
 OGDN   Denominazione   Costa Viola 
 OGDR   Riferimento cronologico    
 OGDF   Fonte    
 OGDS   Specifiche e note    
 OGM   Modalita' di individuazione   Bene gia' noto e localizzato 

RV - RELAZIONI
 RSE   Relazioni con altri beni    
 RSER   Tipo relazione   Relazione urbanistico-ambientale 
 RSET   Tipo scheda   AC 
 RSEA   Schede altri enti    
 RSED   Definizione del bene   Area dello Stretto versante Reggino 
 RSEC   Identificativo univoco della scheda   00000002 
 RSEZ   Note sulle relazioni con altri beni    
 RSE   Relazioni con altri beni    
 RSER   Tipo relazione   Relazione urbanistico-ambientale 
 RSET   Tipo scheda   CNS 
 RSEA   Schede altri enti    
 RSED   Definizione del bene   Bagnara Calabra 
 RSEC   Identificativo univoco della scheda   00147357 
 RSEZ   Note sulle relazioni con altri beni    

LC - LOCALIZZAZIONE GEOGRAFICO - AMMINISTRATIVA
 PVC   Localizzazione    
 PVCS   Stato   Italia 
 PVCR   Regione   Calabria 
 PVCP   Provincia   Reggio Calabria 
 PVCC   Comune    Bagnara Calabra, Palmi, Scilla, Seminara 
 PVCI   Ente intercomunale   Comunità Montana Versante dello Stretto, Associazione Nazionale Città del Pesce di Mare 
 PVE   Diocesi   Arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova e di OppidoMamertina - Palmi 
 PVG   Area storico-geografica   Costa Viola 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   Primi insediamenti 
 DTNN   Notizia - dettaglio   Ci sono interessanti scoperte su siti della Costa Viola già frequentati sin dall'età del Bronzo. Resti risalenti al XIV- XIII secolo a.C. attestano l’esistenza di insediamenti già in età arcaica sia sulla costa di Cannitello che sul terrazzo sovrastante, dove doveva probabil¬mente trovarsi il relativo abitato, proprio nel punto di minima distanza fra Sicilia e Calabria; posto su un terrazzo vicinissimo al mare e anch'esso dell'età del Bronzo è il primo insediamento di Taureana documentato già prima del XIV sec. a.C.  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica    Età arcaica (XIV- XIII secolo a.C. 
 DTZS   Specifiche fascia cronologica    
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   fortificazione 
 DTNN   Notizia - dettaglio   Nell’VIII sec. a.C. coloni calcidesi occuparono i terrazzi prospicienti lo Stretto. E’ del V sec. a.C. la fortificazione della rocca di Scilla fatta costruire da Anassilao il Giovane, tiranno di Reggio, per proteggere lo Stretto dai pirati tirreni (gli Etruschi), che si erano impossessati delle isole Eolie.  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica   Età classica (VIII- V secolo a.C. 
 DTZS   Specifiche fascia cronologica    
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   Nuova organizzazione del territorio 
 DTNN   Notizia - dettaglio   L'età romana imperiale segnò l'inizio di una serie di radicali cambiamenti che incisero pro¬fondamente sull'assetto del territorio della Costa Viola; tutta l'epoca fu caratterizzata dal diffondersi su tutto il ter-ritorio italiano di grandi villae, a cui era collegato lo sfruttamento delle risorse agricole. Sul territorio della Costa Viola, data la sua particolare morfologia, si ebbero pochi esempi di villae nei pochi spazi che potevano consentire insediamenti del genere. Quello di contrada Scinà (Palmi) è un esempio di insedia¬mento romano-imperiale su un insediamento italico preesistente. Molto spesso la villa o meglio il vicus diventaò il baricentro per la nascita di un vero e proprio villaggio fatto dalle residenze dei contadini che lavoravano all'interno del latifondo. Alcuni vicus assunsero la funzione di statio della via costiera e le stationes furono quasi sempre poste in corrispondenza di siti importanti lungo i percorsi, come ponti, punti di traghettamento e così via.  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica   Età romana (III-II secolo a.C. 
 DTZS   Specifiche fascia cronologica    
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   Nuova organizzazione del territorio 
 DTNN   Notizia - dettaglio   Per quanto riguarda il territorio della Costa Viola, una statio fu regi¬strata dall'Itinerarium Antonini sulla via Popilia (ad Mallias), probabilmente sui piani della Melia, dove si pensa si sia sviluppata in seguito una comunità cristiana diventata successivamente dio¬cesi. I primi secoli dopo Cristo furono i secoli della cristianizzazione anche per il popolo bruzio e molto spesso succedeva che intorno ad una chiesa, che a sua volta veniva costruita uti¬lizzando una villa romana precedentemente abbandonata, si sviluppasse il Villaggio. Il fenomeno del cristianesimo rurale determinò, nella costa Viola, un nuovo assetto del territorio in cui il reticolo delle villae e degli insediamenti rurali rispetto alle strutture urbane acquistò sempre maggiore importanza. Con l'inizio del IV secolo alcuni insediamenti fini¬rono con l'assumere i connotati delle civitas, evolvendo verso forme di vita, funzioni e organiz¬zazioni cittadine. I centri vennero ad assumere l'aspetto di città cristiane anche dal punto di vista delle strutture monumentali. Dei manufatti nati in questo periodo sono rimaste nel complesso poche tracce.  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica   Età cristiana (IV secolo  
 DTZS   Specifiche fascia cronologica    
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   trasformazione del paesaggio agrario 
 DTNN   Notizia - dettaglio   Le migrazioni bizantine in Calabria avvennero in momenti differenti dal VI al IX secolo. I monaci di rito greco impiantarono dappertutto le basi di una civiltà rinnovatrice destina¬ta ad influire positivamente sullo sviluppo delle popolazioni locali. Scelsero i posti più remoti dove vivere in preghiera e dove scavare le loro tipiche strutture rupestri di carattere anacoretico e cenobitico. Questa tipologia d'insediamento si mantenne tale in Calabria fino al X-XI secolo. Intorno a questi luoghi di culto si formavano quasi sempre piccole comunità popolari agricole che ricevevano dai monaci non solo gli insegnamenti spirituali ma anche cul¬turali. Tutt’ intorno all'insediamento basiliano la vite e l'olivo si alternavano al gelso. L'introduzione di quest'ultimo fu uno degli aspetti più tipici e importanti dell'opera agricola basiliana, che riuscì a rendere rigogliose e fertili alcune zone oggi steppose e semidesertiche, dando senza dubbio risultati estre¬mamente positivi sul riassetto del territorio e la conformazione del paesaggio. Nel territorio della Costa Viola si trovano importanti testimonianze del periodo bizantino. Accanto alle chiese rupestri ed ai monasteri trogloditi, si incominciavano a costruire piccole chiese e conventi in muratura.  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica   Età bizantina (VI -X secolo)  
 DTZS   Specifiche fascia cronologica    
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   abbandono delle coste e nascita centri interni 
 DTNN   Notizia - dettaglio   Le popolazioni abbandonavano le città costiere e si rifugiavano sui monti vicini dando origine ad un fenomeno tipico di questo periodo che è quello della costruzione di nuovi centri fortificati arroccati su luoghi impervi che garantivano maggiori capacità difensive. Con la dominazione bizantina (VI - XI sec.) , in seguito alle incursioni arabe,le esigenze difensive avevano iniziato ad avere un disegno coordinato  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica   Età bizantina (X secolo)  
 DTZS   Specifiche fascia cronologica    
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   Costruzione di abbazie 
 DTNN   Notizia - dettaglio   La conquista normanna segnò la fine, seppur lenta, della civiltà bizantina; i Normanni intendevano restaurare la chiesa lati¬na ed abolire progressivamente il rito greco sulle terre sottomesse, ma, avendo compreso la leva sociale e spirituale esercitata dal monachesimo basiliano sulle popolazioni, non si opposero a che la vita monastica greca si protrasse su tutto il territorio. I primi tempi della dominazione, i Normanni oltre al sostegno morale garantirono ai monaci basiliani generose elargizioni, grazie alle quali, questi, furono in grado di realizzare la costruzione di grandi abbazie in sostituzione delle strutture tro¬gloditiche e dei piccoli conventi rupestri: un esempio di abbazia normanna sulla Costa Viola fu quella di S. Maria Vergine e dei Dodici Apostoli eretta nel 1085 da Ruggiero il Normanno a Bagnara e che diede importanza alla città perché ebbe giurisdizione su gran parte della Calabria e della Sicilia. Di essa purtroppo non rimane più nulla dopo la distruzione della città durante i vari terremoti.  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica    Età normanna (XI-XII secolo  
 DTZS   Specifiche fascia cronologica    
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   Fortificazioni lungo la costa 
 DTNN   Notizia - dettaglio   Per quanto riguarda l'architettura militare, solo con l'inizio della dominazione norman¬na, la Calabria iniziò ad avere le prime efficaci opere difensive in muratura. Con la conquista normanna quindi il sistema fortificato assunse lungo la Costa Viola connotazioni più marcate. Con il dominio svevo il sistema delle fortificazioni in Calabria ebbe un passaggio ancora più determinante; Federico II infatti tracciò un preciso programma difensivo acquisendo le mag¬giori fortezze esistenti e realizzando nuove strutture. La caratteristica delle costruzioni sveve fu l'impianto regolare, quadrato o rettangolare con quattro torri cilindriche o poligonali agli angoli. In questo periodo il feudalesimo, fenomeno nato nell'era normanna, ebbe un ulteriore sviluppo adattando le fortificazioni anche alle esigenze di dimora dei signori. E' di questo periodo il proliferate sulle coste e quindi anche sulla Costa Viola, delle torri per la difesa e la segnala¬zione. Una torre tipica dell'epoca angioina in Calabria è quella cosiddetta di Ruggiero sulla costa di Bagnara.  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica   Età normanna-sveva-angioina (XII-XIII-XIV secolo  
 DTZS   Specifiche fascia cronologica    
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   trasformazione delle fortificazioni 
 DTNN   Notizia - dettaglio   Con l'avvento degli Aragonesi (1442) nuove esigenze trasformavano la fisionomia delle fortificazioni; le mura relativamente sottili diedero posto al bastione con cui si rafforzarono gli angoli e le cortine delle fortificazioni. Le zone costiere mantennero però fondamentalmente la stessa struttura.Con la morte di Ferdinando II si concluse la dominazione aragonese e il regno di Napoli passò nel 1503 direttamente alla corte spagnola; gli Spagnoli fecero frequenti ispezioni delle strutture difensive calabresi, spesso ormai inefficienti e furono così prese iniziative di miglioramento. È di questo periodo la costruzione del Bastione, fortezza realizzata a Bagnara su uno spuntone roccioso prospiciente il mare  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica   Età aragonese e spagnola (XV-XVI secolo)  
 DTZS   Specifiche fascia cronologica    
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Dati epigrafici 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   sisma 
 DTNN   Notizia - dettaglio   Nel corso dei secoli si sono susseguiti numerosi e disastrosi terremoti, ma quello del 1783 modificò notevlmente il paeasaggio della Costa Viola radendo al suolo moltissimi centri, tra cui Bagnara  
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica   1783 (XVIII sec. 
 DTZS   Specifiche fascia cronologica   Seconda meta' 
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

DT - CRONOLOGIA
 DTP   Riferimento all'intero bene/alla parte   Intero bene 
 DTN   Notizia storica    
 DTNS   Notizia - sintesi   sisma 
 DTNN   Notizia - dettaglio   Anche il sisma del 1908 arrecò notevoli danni ai centri della C.V.; dopo un lungo periodo in cui prevalsero le baracche, i centri furono ricostruiti assumendo l’aspetto attuale. 
 DTZ   Cronologia generica    
 DTZG   Fascia cronologica   XX sec 
 DTZS   Specifiche fascia cronologica   Inizio 
 DTM   Motivazione della cronologia    
 DTMM   Motivazione   Bibliografia 
 DTMD   Documentazione   fonti edite 

RT - RIFERIMENTI TOPOGRAFICI
 RTT   Riferimenti topografici    
 RTSA   Superficie area   23.339.200 mq 
 RTTE   Elementi delimitanti   Confina a Nord-ovest con il Mar Tirreno, a Sud-ovest con la A3 Salerno-Reggio Calabria, a Nord-est con la SS18, con il centro abitato di Palmi e con la Strada provinciale Palmi-Tonnara. 
 RTTA   Altimetria min/max   0-500 slm 

SN - SISTEMA NATURALISTICO AMBIENTALE
 SNT   Caratterizzazione morfologica predominante del territorio   La costa è formata dai promontori che, staccandosi dai piani dell'Aspromonte, scendono ripi¬damente verso il mare. Lungo la costa si susseguono terrazzamenti abbandonati alternati a quelli coltivati.Il suolo è caratterizzata da colture arboree e viticole nella fascia costiero-collinare e seminativo e colture legnose nei piani sommitali. I brandelli di territorio rurale che si frappongono tra gli insediamenti residenziali costieri rimandano ai paesaggi di limoneti che caratterizzavano la costa, mentre decisamente più integre sono le aree dei vigneti terrazzati. I terrazzamenti segnano il territorio e si ergono a testimonianza di una laboriosità passata e della antica cultura della terra. Si tratta di opere murarie a secco dette "armacie", che si allineano lungo i promontori dalla cima fino alla base, nella fascia interna scendono fino a delimitare i torrenti ed i valloni, lungo la costa fanno da cornice alle calette. I terrazzi si presentano di diverse dimensioni, poiché nel realizzar¬li si è cercato di utilizzare al massimo il terreno disponibile per le coltivazioni, le stesse scalette di collegamento tra un terrazzo e l'altro sono spesso ricavate nello spessore dei muretti.  
 SNG   Caratteri geologici    
 SNGG   Caratteri generali   Il territorio è costituito da un insieme di complessi rocciosi comprendenti: sabbia argillose, scisti anfibolici e micacistici. La natura rocciosa della parte costiera da luogo a scuri depositi di materiali alluvionali.  
 SNGP   Peculiarita'   Rocce di natura granitico-gneissistica 
 SNGC   Riferimento carta geologica   254 Messina e Reggio Calabria-245Palmi 
 SNM   Caratteri geomorfologici    
 SMGN   Caratteri geomorfologici   successione di terrazzamenti derivanti da sollevamenti tettonici avvenuti in epoche geologiche recenti e fascia costiera con particolare conformazione orografica con forti declivi verso il mare. Il paesaggio collinare costiero ha una costa alta e ro 
 SMNL   Peculiarita'   terrazzamenti 
 SNI   Caratteri idrogeologici    
 SNIS   Sistema    Le piane costiere sono collegate da ripidi versanti attraversati da canali e valloni. I corsi d’acqua (Fiumara Sfalassà, Torrente Condoleo, Rustico, Mancusi e Canalello) sono di tipo torrentizio,con forti pendenze;bacini idrici poco significativi 
 SNIP   Peculiarita'    
 SNIL   Costa lacustre    
 SNIM   Costa marina   Km 18 in parte alta e rocciosa 
 SNC   Caratteri climatici    
 SNCS   Riferimento stagionale   Primavera 2011 
 SNCM   Temperatura minima   7,3 
 SNCN   Temperatura massima   33,2 
 SNCP   Precipitazioni   44,5 
 SNCU   Umidita'    
 SNCV   Venti dominanti   Ponente, maestrale 
 SNC   Caratteri climatici    
 SNCS   Riferimento stagionale   Estate 2011  
 SNCM   Temperatura minima   16,5 
 SNCN   Temperatura massima   39  
 SNCP   Precipitazioni   26,1  
 SNCU   Umidita'    
 SNCV   Venti dominanti   Ponente, maestrale 
 SNC   Caratteri climatici    
 SNCS   Riferimento stagionale   Autunno 2011  
 SNCM   Temperatura minima   6,7 
 SNCN   Temperatura massima    28.2 
 SNCP   Precipitazioni   115,4 
 SNCU   Umidita'    
 SNCV   Venti dominanti   Ponente, maestrale 
 SNC   Caratteri climatici    
 SNCS   Riferimento stagionale   Inverno 2011  
 SNCM   Temperatura minima    0 
 SNCN   Temperatura massima   23,43 
 SNCP   Precipitazioni   90,5 
 SNCU   Umidita'    
 SNCV   Venti dominanti   Ponente, maestrale 
 SNQ   Dati ambientali acqua    
 SNQT   Tipologia    
 SNQA   Qualita'    
 SNQL   Localizzazione    
 SNQF   Fonte    
 SNQD   Data    
 SNR   Dati ambientali aria    
 SNRA   Qualita'    
 SNRL   Localizzazione    
 SNRF   Fonte    
 SNRD   Data    
 SNA   Altri dati ambientali    
 SNAT   Tipologia    
 SNAA   Qualita'    
 SNAL   Localizzazione    
 SNAF   Fonte    
 SNAD   Data    
 SNF   Caratteri faunistici    
 SNFG   Caratteri generali   Tra i pesci: cernia bruna, cernia bianca, la rana pescatrice, il pesce S. Pietro e il pesce spada. Sui fondali :polipi madreporici ,il corallo nero del Mediterraneo, le spugne, gamberi, polipi, seppie, calamari. L'avifauna migratoria della Costa Viola comprende: il falco pecchiaiolo, il falco pellegrino il falco pescatore , la poiana e accanto ad essi gli aironi , le alzavole e le cicogne vengono segnalati in significative presenze.  
 SNFP   Peculiarita'    
 SNB   Caratteri bonatici    
 SNBG   Caratteri generali   Nelle zone incolte gli ammassi rocciosi sono rivestiti da licheni. La "Costa Viola" è segnata dal sistema dei terrazzamenti: il vigneto che caratterizza il territorio è associato alla macchia mediterranea e al bosco di latifoglie. Tra rupi e vigneti la gariga e il lecceto sono le formazioni predominanti. Ci sono varietà di felci particolarmente concentrate nelle zone incolte e lungo i corsi d'acqua. Sui versanti dei promontori, ginestre, corbezzolo, leccio e roverella. 
 SNBP   Peculiarita'   Terrazzamenti con vite 

DE - DEMOGRAFIA
 DEA   Abitanti    
 DEAC   Comune   Scilla  
 DEAA   Anno   2001 
 DEAN   Numero   5.000 - 9.999 
 DEAD   Densita'   101 - 199 
 DEA   Abitanti    
 DEAC   Comune   Seminara  
 DEAA   Anno   2001 
 DEAN   Numero   1.000 - 4.999 
 DEAD   Densita'   < 100 

SR - SISTEMA RELAZIONALE
 SRP   Colegamenti esterni    
 SRPT   Tipo   StradaStatale 18 
 SRPC   Centri   Scilla-Favazzina-Bagnara Calabra-Pellegrina-Grimoldo-Ceramida-Paparone-Barritteri-Palmi 
 SRP   Colegamenti esterni    
 SRPT   Tipo   Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria 
 SRPC   Centri   Palmi -Sant’Elia-Bagnara Calabra-Scilla 
 SRP   Colegamenti esterni    
 SRPT   Tipo   Linea ferroviaria 
 SRPC   Centri   Palmi -Bagnara - Favazzina - Scilla 
 SRI   Collegamenti interni    
 SRIT   Tipo   Strada statale 18 
 SRIC   Centri   Palmi - Bagnara - Favazzina - Scilla 
 SRI   Collegamenti interni    
 SRIT   Tipo   Strada Statale 112 
 SRIC   Centri   Bagnara Calabra, Pellegrina 
 SRA   Altri sistemi relazionali    
 SRAG   Genere   Porto 
 SRAD   Descrizione   Porto turistico peschereccio di Bagnara 

SI - SISTEMA INSEDIATIVO
 SIA   Aree urbanizzate   Seminara /Pellegrina/Bagnara Calabra/ Favazzina 
 SIC   Aree continue alle aree urbanizzate    
 SICA   Aree agricole   Agrumeti, uliveti e vigneti.  
 SICE   Insediamenti diffusi extraurbani privi di org   Lido di Palmi / Marina di Palmi / Barritteri / Paparone / Olivarelli Grimaldi/Pantano/Ceramida  
 SICP   Insediamenti produttivi    
 SIS   Insediamenti storici    
 SISC   Centri storici all'interno delle aree urbanizzate   Bagnara Calabra 
 SICIE   Insediamenti storicizzati extraurbani    
 SIE   Emergenze culturali    
 SIES   Storico artistiche   Si, significativa 
 SIEN   Note   Le emergenze storico culturali sono rappresentate soprattutto dai beni conservati nel Museo A. Versace aBagnara Calabra. Si tratta di strumenti litici e forme ceramiche di età neolitica e dell’età dei metalli, e ceramiche di varia tipologia e forma, di un’età compresa tra il IX e il XVIII secolo d.C. 
 SIEA   Archeologiche   Si, significativa 
 SIAN   Note   A Bagnara Calabra resti bizantino- medioevali fino all’ età sette-ottocentesca(VIII-XVIII sec. d.C.), in località Martorana.  
 SIAR   Architettoniche   Si, molto significativa 
 SIRN   Note   Le emergenze architettoniche sono concentrate nei centri storici di Bagnara Calabrae di Seminara . A Seminara il Monastero di epoca bizantina, i ruderi del Castello Mezzatesta (XIX sec.) e le mura di cinta con archi di. Si segnalano anche le torri costiere (dal XIII al XIV sec.) come la Torre di Capo Rocchi a Bagnara e la torre di Ruggero.  
 SIEP   Paesaggistiche   Si, molto significativa 
 SIPN   Note   La costa Viola è un litorale continuo in cui si alternano le pareti rocciose a picco sul mare con grandi spiagge;: costante è la presenza del paesaggio naturalistico costituito dallo stretto di Messina, le isole Eolie e il litorale calabrese visibile fino a Capo Vaticano. La costa si caratterizzata per la presenza di grotte e calette con un mare famoso per la profondità e la ricchezza dei fondali  
 SIEL   Altro    
 SILN   Note    

EA - BENI ETNO ANTROPOLOGICI
 EAL   Caratteri etno linguistici    
 EALC   Caratteri etno linguistici    
 EALN   Note    
 EAC   Consistenza dei culti    
 EACC   Consistenza dei culti    
 EACN   Note    
 EAF   Folklore e tradizioni popolari    
 EAFT   Folklore e tradizioni popolari   Pesca e sagra del pesce spada 
 EAFN   Note   Nel periodo che va da aprile a settembre si pratica, nelle acque della Costa Viola, la pesca del pesce spada. Secondo una tradizione antichissima viene effettuata con le “spadare”, tradizionali imbarcazioni costituite da alte torri per l'avvistamento e l'inseguimento dei grandi pesci e da lunghe passerelle che consentono di avvicinarsi al pesce per colpirlo. Si ripete orami da tempo, ogni anno in Bagnara Calabra, la Sagra del Pescespada, rinomata manifestazione durante la quale si ha, presso slarghi, vie e piazze la distribuzione del pesce cucinato da mestranze locali secondo ricette tramandate nel tempo. 
 EAF   Folklore e tradizioni popolari    
 EAFT   Folklore e tradizioni popolari   il ballo dei giganti Mata e Grifone, a Seminara 
 EAFN   Note   Risale al XVI secolo ed è una rappresentazione in onore della Madonna della Lettera; viene portato in processione un carro trionfale con uomini e bambini sopra Mata e Grifone, due enormi statue che danzano al ritmo incessante delle percussioni e la processione della Madonna dei Poveri, o Madonna Nera, il cui santuario è meta di pellegrinaggi da ogni parte della Calabria.  
 EAA   Altro    
 EAAA   Altro    
 EAAN   Specifiche e note    

CC - CONTENITORI BENI E ATTIVITA' CULTURALI
 CCM   Musei e gallerie    
 CCMD   Denominazione   Museo A. Versace :  
 CCML   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 CCMB   Beni contenuti   Multidisciplinare Esposizione che comprende strumenti litici e forme ceramiche di età neolitica e dell’età dei metalli, e ceramiche di varia tipologia e forma, di un’età compresa tra il IX e il XVIII secolo d.C. 
 CCB   Biblioteche    
 CCBD   Denominazione    
 CCBL   Localizzazione    
 CCBB   Beni contenuti    
 CCS   Archivi storici    
 CCSD   Denominazione    
 CCSL   Localizzazione    
 CCSB   Beni contenuti    
 CCA   Altro    
 CCAD   Denominazione    
 CCAL   Localizzazione    
 CCAB   Beni contenuti    

DV - DETRATTORI VISIVI
 DVS   Ssitemi industriali    
 DVSD   Denominazione    
 DVSL   Localizzazione    
 DVI   Infrastrutture    
 DVIT   Tipologia    
 DVIL   Localizzazione    
 DVD   Discariche    
 DVDT   Tipologia   scarichi idrici civili 
 DVDL   Localizzazione   Scilla, Bagnara Calabra 
 DVD   Discariche    
 DVDT   Tipologia   Discarica per rifiuti non pericolosi 
 DVDL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 DVL   Altro    
 DVLT   Tipologia   Cave (gesso 
 DVLL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 DVL   Altro    
 DVLT   Tipologia   Cave (granito 
 DVLL   Localizzazione   Palmi 

AP - ATTIVITA' PRODUTTIVE
 API   Attivita' industriali    
 APIT   Tipologia   Edile 
 APID   Denominazione   Edil Save Di Rinaldi Maria  
 APIL   Localizzazione   Seminara (RC 
 API   Attivita' industriali    
 APIT   Tipologia   Metallurgica 
 APID   Denominazione   Fabbricazione Di Prodotti In Metallo  
 APIL   Localizzazione   Seminara (RC 
 API   Attivita' industriali    
 APIT   Tipologia   Edile 
 APID   Denominazione   Edil- costruzioni Sas Di Gioffre' Mercurio & C.  
 APIL   Localizzazione   Seminara (RC 
 API   Attivita' industriali    
 APIT   Tipologia   Del legname 
 APID   Denominazione   Falegnameria E Produzione Arredi  
 APIL   Localizzazione   Seminara 
 API   Attivita' industriali    
 APIT   Tipologia   Tessile 
 APID   Denominazione   Impresa Tessitura Artigianale  
 APIL   Localizzazione   Seminara 
 API   Attivita' industriali    
 APIT   Tipologia   Elettronica 
 APID   Denominazione   Alpha Service Group di Ciriacò Elisabetta  
 APIL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 API   Attivita' industriali    
 APIT   Tipologia   Elettronica 
 APID   Denominazione   Calvin Società Unipersonale a Responsabilità limitata  
 APIL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 API   Attivita' industriali    
 APIT   Tipologia   Ittica 
 APID   Denominazione   Industria della pesca Piazza Archimede 
 APIL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 API   Attivita' industriali    
 APIT   Tipologia   Metallurgica 
 APID   Denominazione   Metallurgica Caratozzolo Chiarina 
 APIL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Ceramica artistica 
 APAD   Denominazione   Bottega Condurso  
 APAL   Localizzazione   Seminara 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Ceramica artistica 
 APAD   Denominazione   Domenico Ditto  
 APAL   Localizzazione   Seminara 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Ceramica artistica 
 APAD   Denominazione   Bottega Giuseppe Ferraro  
 APAL   Localizzazione   Seminara 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Ricami e tessili 
 APAD   Denominazione   Impresa Tessitura Artigianale 
 APAL   Localizzazione   Seminara 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Produzione di Torrone 
 APAD   Denominazione   Laboratorio Artigianale Careri S.a.s. di Careri Ferdinando &C. 
 APAL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Arredamento 
 APAD   Denominazione   A.L. Arredamenti di Annunziato Luppino 
 APAL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Vetro 
 APAD   Denominazione   Vetro Art Glass di Ieracitano Rosaria 
 APAL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Marmo 
 APAD   Denominazione   Artemarmo di Calabrò Rosario 
 APAL   Localizzazione    Bagnara Calabra 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Marmo 
 APAD   Denominazione   B.M. Vizzari di Foti Antonino 
 APAL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Produzione di Torrone 
 APAD   Denominazione   Laboratorio Artigianale Cundari Vincenzo 
 APAL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Produzione di Torrone 
 APAD   Denominazione   Laboratorio Artigianale Pasticceria Cardone Francesco Antonio 
 APAL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APA   Attività artigianali tipiche    
 APAT   Tipologia   Casearia 
 APAD   Denominazione   Agrifor Snc di Bueti Rocco & C - Caseificio, produzione all'ingrosso di latticini e suoi derivati 
 APAL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APG   Attivita' agricole    
 APGT   Tipologia   Agricola 
 APGL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APG   Attivita' agricole    
 APGT   Tipologia   Olivicoltura 
 APGL   Localizzazione   Seminara, Bagnara Calabra 
 APG   Attivita' agricole    
 APGT   Tipologia   Frantoio Oleario  
 APGL   Localizzazione   Seminara, Bagnara Calabra 
 APG   Attivita' agricole    
 APGT   Tipologia   Agrumicoltura/Olivicultura/Vitivinicultura 
 APGL   Localizzazione   Seminara 
 APG   Attivita' agricole    
 APGT   Tipologia   Colture olivicole e rimboschimento  
 APGL   Localizzazione   Seminara 
 APG   Attivita' agricole    
 APGT   Tipologia   Olivicoltura 
 APGL   Localizzazione   Scilla 
 APT   Attivita' turistico/ricreative    
 APTT   Tipologia   Fattoria didattica 
 APTD   Denominazione   Caratozzolo Vincenzo 
 APTL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APT   Attivita' turistico/ricreative    
 APTT   Tipologia   Pescaturismo 
 APTD   Denominazione   Societ cooperativa Pesca Maria di orto Salvo 
 APTL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APT   Attivita' turistico/ricreative    
 APTT   Tipologia   Diving 
 APTD   Denominazione   Diving Marine Services Diving Company - Lavori subacquei -Recuperi marini -Servizi fotografici -  
 APTL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APV   Attivita' venatorie e ittiche    
 APVT   Tipologia    
 APVD   Denominazione   Consorzio Ittico Bagnara Organizzazione Produttori 
 APVL   Localizzazione   Bagnara Calabra 
 APL   Altre attivita'    
 APLT   Tipologia    Arte Baalarum – Soc. Coop. A.r.l 
 APLD   Denominazione   Tutela, promozione e valorizzazione di beni di interesse culturale, archeologico, ambientale storico ed artistico, con progettazione, realizzazione e/o gestione di scavi archeologici, con relativa documentazione 
 APLL   Localizzazione   Bagnara Calabra 

TU - CONDIZIONE GIURIDICA E PROVVEDIMENTI DI TUTELA
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Vincolo paesaggistico 
 NVCE   Estremi provvedimento   Legge 1497/39 e Reg. del R.D. del 3/6/1940 n. 1357- DM 1972.03.18 
 NVCD   Data notifica   DM 1972/03/18 
 NVCR   Data di registrazione o G.U.   G.U. 1972.04.11 n.95 
 NVCP   Estensione del vincolo    Zona costiera di Bagnara Calabra 
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note   Tutela paesistica delle zone costiere 
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Vincolo paesaggistico 
 NVCE   Estremi provvedimento   legge 1497/39 e Reg. del R.D. del 3/6/1940 n. 1357  
 NVCD   Data notifica   DM 1974.02.25 
 NVCR   Data di registrazione o G.U.   1974.05.28 n. 137  
 NVCP   Estensione del vincolo    Zona del territorio comunale di Bagnara Calabra 
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note   Suggestivi quadri panoramici dati dalla configurazione morfologica e dalle tipiche colture locali 
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Vincolo paesaggistico 
 NVCE   Estremi provvedimento   legge 1497/39 e Reg. del R.D. del 3/6/1940 n. 1357 
 NVCD   Data notifica   DM 1968.0./22  
 NVCR   Data di registrazione o G.U.   G.U. 1968.1./24 n. 271 
 NVCP   Estensione del vincolo    Zona costiera di Palmi 
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note   Tutela paesistica delle zone costiere.Incantevoli vedute incorniciate dal verde degli ulivi e da tratti di scogliera degradanti sul mare 
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Vincolo paesaggistico 
 NVCE   Estremi provvedimento   legge 1497/39 e Reg. del R.D. del 3/6/1940 n.1357 
 NVCD   Data notifica   DM 1967.04.18 DM 1973.11.28 
 NVCR   Data di registrazione o G.U.   G.U. 1967.05.11 n. 117 e G.U. 1973.12.21 n. 328 
 NVCP   Estensione del vincolo   Intero territorio comunale di Scilla 
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note   Incantevole bellezza panoramica per la possibilità di abbracciare la visuale dello stretto e delle coste della Sicilia. 
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Vincolo paesaggistico 
 NVCE   Estremi provvedimento   legge 1497/39 e Reg. del R.D. del 3/6/1940 n.1357  
 NVCD   Data notifica   D.M. 1967.10.11 
 NVCR   Data di registrazione o G.U.   G.U. 1967.10.28 n. 270 
 NVCP   Estensione del vincolo   Zona costiera di Seminara 
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note   Belvedere dal quale si può godere la visuale della meravigliosa distesa della Costa Viola con visuale dello stretto di Messina e le coste siciliane. 
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Vincolo idrogeologico 
 NVCE   Estremi provvedimento    
 NVCD   Data notifica    
 NVCR   Data di registrazione o G.U.    
 NVCP   Estensione del vincolo   Torrente Mancusi, Fiumara Sfalassa, Torrente Gazzino o Malo, passo Vallone Garrano o Gramà .2468 Ha di superficie vincolata zona e bacino idrografico 
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note   Il vincolo è in fase di elaborazione 
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Vincolo idrogeologico 
 NVCE   Estremi provvedimento    
 NVCD   Data notifica    
 NVCR   Data di registrazione o G.U.    
 NVCP   Estensione del vincolo    Monte Sant’Elia. 3355 Ha di superficie vincolata zona e bacino idrografico  
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note   Il vincolo è in fase di elaborazione 
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Vincolo idrogeologico 
 NVCE   Estremi provvedimento    
 NVCD   Data notifica    
 NVCR   Data di registrazione o G.U.    
 NVCP   Estensione del vincolo   Torrente Favazzina e altri .3847 Ha di superficie vincolata zona e bacino idrografico  
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note   Il vincolo è in fase di elaborazione 
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Vincolo idrogeologico 
 NVCE   Estremi provvedimento    
 NVCD   Data notifica    
 NVCR   Data di registrazione o G.U.    
 NVCP   Estensione del vincolo   Bacino Petrace, sottobacino del Duverso (Seminara).1021 Ha di superficie vincolata zona e bacino idrografico  
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note   Il vincolo è in fase di elaborazione 
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Sito di Interesse Comunitario-SIC 
 NVCE   Estremi provvedimento    
 NVCD   Data notifica    
 NVCR   Data di registrazione o G.U.    
 NVCP   Estensione del vincolo   Intera zona costiera e Monte S. Elia. Fondali di Scilla 
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note    
 NVC   Provvedimenti di tutela    
 NVCT   Tipo provvedimento   Zona di Protezione Speciale-ZPS 
 NVCE   Estremi provvedimento    
 NVCD   Data notifica   DM 2005/03/25 Dir 74/409/CEE 
 NVCR   Data di registrazione o G.U.    
 NVCP   Estensione del vincolo    
 NVCI   Estremi provvedimento in itinere    
 NVCN   Specifiche e note    
 STU   Strumenti urbanistici    
 STUE   Ente/amministrazione   Comune di Bagnara Calabra 
 STUT   Tipo strumento   P.R.G. 
 STUN   Sintesi normativa    
 STUS   Specifiche e note    
 STUP   Strumenti pianificazione negoziata    
 STU   Strumenti urbanistici    
 STUE   Ente/amministrazione   Autorità di Bacino Regionale della Calabria 
 STUT   Tipo strumento   Progetto del Piano Stralcio di Bacino per l’Assetto Idrogeologico 
 STUN   Sintesi normativa    
 STUS   Specifiche e note    
 STUP   Strumenti pianificazione negoziata    

DO - FONTI E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO
 FTA   Documentazione fotografica    
 FTAX   Genere   Documentazione allegata 
 FTAP   Tipo   Fotografia colore 
 FTAA   Autore    
 FTAD   Data    
 FTAE   Ente proprietario    
 FTAC   Collocazione    
 FTAN   Codice identificativo   00000003f1 
 FTAT   Note    
 FTAF   Formato    
 FTA   Documentazione fotografica    
 FTAX   Genere   Documentazione allegata 
 FTAP   Tipo   Fotografia colore 
 FTAA   Autore    
 FTAD   Data    
 FTAE   Ente proprietario    
 FTAC   Collocazione    
 FTAN   Codice identificativo   00000003f2 
 FTAT   Note    
 FTAF   Formato    
 DRA   Documentazione grafica    
 DRAX   Genere   Documentazione allegata 
 DRAT   Tipo   Disegno 
 DRAO   Note    
 DRAS   Scala    
 DRAE   Ente proprietario    
 DRAC   Collocazione    
 DRAN   Codice identificativo   00000003d1 
 DRAA   Autore    
 DRAD   Data    
 VDC   Documentazione video-cinematografica    
 VDCX   Genere    
 VDCP   Tipo    
 VDCR   Autore    
 VDCD   Data    
 VDCE   Ente proprietario    
 VDCA   Titolo    
 VDCC   Collocazione    
 VDCN   Codice identificativo    
 VDCT   Note    
 FNT   Fonti e documenti    
 FNTX   Genere    
 FNTP   Tipo    
 FNTA   Autore    
 FNTT   Denominazione    
 FNTD   Data    
 FNTF   Foglio/carta    
 FNTN   Nome archivio    
 FNTS   Posizione    
 FNTI   Codice identificativo    
 ADM   Altra documentazione multimediale    
 ADMX   Genere    
 ADMP   Tipo    
 ADMA   Autore    
 ADMD   Data    
 ADME   Ente proprietario    
 ADMC   Collocazione    
 ADMN   Codice identificativo    
 ADMT   Note    
 BIB   Bibliografia    
 BIBX   Genere    
 NCUN   Codice univoco ICCD    
 BIBA   Autore    
 BIBD   Anno di edizione    
 BIBH   Sigla per citazione    
 BIBN   V., pp., nn.    
 BIBI   V., pp., nn.    
 BIL   Citazione completa   Albanese G. a cura di (2001), Istituzione di paesaggi protetti nel territorio del”basso Tirreno reggino” Costa Viola e Piana degli Ulivi, Reggio Calabria, Laruffa editore 
 BIL   Citazione completa   Guido D. a cura di, (2003), Enciclopedia dei Comuni della Calabria, , Provincia di Reggio Calabria, Vol. I-II- fascicolo n. 18 e 82, in Il Quotidiano, Cosenza, editore Chelone  
 BIL   Citazione completa   Provincia di Reggio Calabria, Parchi antropici, Circondario dello Stretto, v. V,Villa San Giovanni (RC), Officina Grafica 

CM - COMPILAZIONE
 CMP   Compilazione    
 CMPD   Data   2011 
 CMPN   Nome   Pastetti, Giovanni 
 RSR   Referente scientifico   Sattalini, Floriana 
 FUR   Funzionario responsabile    Rizzi, Sabina Antonietta 
 RVM   Trascrizione per informatizzazione    
 RVMD   Data    
 RVMN   Nome    
 RVME   Ente    
 AGG   Aggiornamento - revisione    
 AGGD   Data    
 AGGN   Nome    
 AGGE   Ente    
 AGGR   Referente scientifico    
 AGGF   Funzionario responsabile    
 ISP   Ispezioni    
 ISPD   Data    
 ISPN   Funzionario responsabile